PL EN


2019 | 10.2 | 257–273
Article title

Attrici d’avanguardia e teatro femminista a Roma negli anni Settanta: nuovi luoghi e linguaggi

Content
Title variants
EN
Avant-garde Actresses and Feminist Theatre in Rome in the 1970s: New Stages and New Forms of Expression
Languages of publication
IT
Abstracts
IT
L’intervento, che attinge a una ricerca in corso nel quadro di ORMETE (Oralità Memoria Teatro: www.ormete.net) Donne di teatro a Roma ai tempi della mobilitazione femminista (1965– –1985), cerca di mettere a fuoco gli intrecci fra mobilitazioni femministe e protagonismo delle attrici a Roma, fra il 1974 e il 1979. L’affermazione di un’identità femminile forte e anticonformista caratterizza il racconto di tutte queste donne, determinate a trovare la strada per esprimere il proprio immaginario e la propria diversa presenza nel mondo romano della ricerca teatrale. Molte si sono associate in compagnie o collettivi, alcune hanno tentato la strada della drammaturgia, altre hanno scelto la forma della performance più trasgressiva. L’indagine mette l’accento sui molti luoghi di Roma dove i diversi linguaggi scenici hanno trovato la luce.
EN
This essay is based on one of the ORMETE (Oralità Memoria Teatro: www.ormete.net) projects: Donne di teatro a Roma ai tempi della mobilitazione femminista (1965–1985). The research shows the inter-relations between the feminist movement and the actresses of the avant-garde scene in Rome. The focus of each of the women’s personal narrations is characterised by its strong and definite feminist or anti-conformist identity and by its determination to channel its own imagery in the experimental scene of the avant-garde. Many of the women gathered in feminist companies or joined collective groups; some ventured the road of dramaturgy, while still others dared more alternative, experimental kinds of solo performances. This text sheds light on a variety of alternative spaces for performances in Rome. It is there where these new forms of theatrical expressions were born.
Year
Issue
Pages
257–273
Physical description
Dates
published
2019-11-30
received
2019-04-30
accepted
2019-08-30
Contributors
  • Progetto ORMETE, Istituto centrale per i Beni sonori e audiovisivi di Roma e Museo Biblioteca dell’Attore di Genova
References
  • Bargiacchi, E.G., & Sacchettini, R. (2017). Cento storie sul filo della memoria. Il “Nuovo Teatro” in Italia negli anni ’70. Corazzano (Pi): Titivillus.
  • Boggio, M. (Ed.). (2002). Le Isabelle. Dal teatro della Maddalena alla Isabella Andreini. Nardò: Besa.
  • Carandini, S. (Ed.). (2012). Memorie dalle cantine, Teatro di ricerca a Roma negli anni ’60 e ’70. Atti del Convegno (19–20 maggio 2008). Biblioteca Teatrale, 101–103. Roma: Bulzoni. Retrieved from https://bulzoni.it/it/catalogo/n-101-103-gennaio-settembre-2012.html.
  • Centro di Documentazione del Movimento Femminista Romano (Ed.). (1976). Donnità. Cronache del movimento femminista romano. Roma: Editore Roma.
  • Degli Esposti, P. (2013). Testimonianze. Piera Degli Esposti. In D. Maraini, & E. Murrali (Eds.), Il sogno del teatro, cronaca di una passione (pp. 94–95). Milano: BUR.
  • De Marinis, M. (1987). I947–1970. Milano: Bompiani.
  • Dolan, J. (1982). Teatro Viola’s “Shoe-Show”. The Drama Review, 26/3, 111–114.
  • Fava, F. (2018). Donne di teatro a Roma ai tempi della mobilitazione femminista (1965–1985). In D. Orecchia & L. Cavaglieri (Eds.), Fonti orali e teatro. Memoria, storia e performance (pp. 146–152). Bologna: Alma DL.
  • Fofi, G. (1974). Alcuni appunti sul romanzo. La Storia. Ombre rosse, 7, n. s., 89–98.
  • Gandolfi, R. (2018). “effe” (1972–1983) e il discorso femminista sulla corporeità femminile: il cinema e l’industria culturale. Smarginature, Arabeschi,
  • 41. Retrieved from http://www.arabeschi.it/41-effe-1972-1983-e-il-dis corso-femminista-sulla-corporeit--femminile-cinema-lindustria-culturale/.
  • Gandolfi, R. (2019, to appear). Teatro e danza su “effe” (1973–1982): la rivista come archivio del discorso femminista sul corpo. Itinera, 18.
  • Giacobbe Borelli, M. (2018). La querelle del nudo sulle scene dei teatri d’avanguardia a Roma negli anni Sessanta e Settanta. Smarginature, Arabeschi, 45. Retrieved from http://www.arabeschi.it/45-la-querelle-del-nudo-sul le-scene-dei-teatri-davanguardia-a-roma-negli-anni-sessanta-e-settanta.
  • Lussana, F. (2012). Il movimento femminista in Italia (esperienze, storie, memorie). Roma: Carocci.
  • Maraini, D. (1976). Strappiamo il sipario, facciamone dei vestiti. effe, 7–8, 24–26.
  • Maraini, D., & Collettivo La Maddalena (1979, November 28). Vogliamo fare teatro da barricata. Quotidiano Donna, p. 12.
  • Maraini, D. (2001). Dialogo di una prostituta con un suo cliente. Milano: BUR.
  • Maraini, D., & Murrali, E. (Eds.). (2013). Il sogno del teatro, cronaca di una passione. Milano: BUR.
  • Margiotta, S. (2013). Il Nuovo Teatro in Italia 1968–1975. Corazzano (Pi): Titivillus.
  • Morante, E. (1974). La storia, Torino: Einaudi.
  • Orecchia, D., & Cavaglieri, L. (Eds.). (2018). Fonti orali e teatro. Memoria storia e performance. Bologna: Alma DL.
  • Peja, L. (2012). La drammaturgia di Dacia Maraini. Paradossi di un teatro di militanza e poesia. Comunicazioni Sociali. Journal of Media, Performing Arts and Cultural Studies, 1, 115–135.
  • Stelliferi, P. (2015). Il femminismo a Roma negli anni Settanta: percorsi esperienze e memorie dei collettivi di quartiere. Bologna: Bonomia University Press.
  • Tafuri, C., & Baronio, D. (Eds.). (2018). Ivrea cinquanta. Mezzo secolo di Nuovo Teatro in Italia 1967–2017. Atti del Convegno (Genova, 5–7 maggio 2017). Genova: Akropolis Libri.
  • Valentino, M. (2015). Il Nuovo Teatro in Italia 1976–1985. Corazzano (Pi): Titivillus.
  • Valentini, V. (2015). Nuovo Teatro Made in Italy 1963–2013. Roma: Bulzoni.
  • Visone, D. (2010). La nascita del Nuovo Teatro in Italia 1959–1967. Corazzano (Pi): Titivillus.
Document Type
Publication order reference
YADDA identifier
bwmeta1.element.desklight-08979f97-2cb5-4197-b52a-d826589899eb
JavaScript is turned off in your web browser. Turn it on to take full advantage of this site, then refresh the page.