PL EN


2012 | 19 | 167–178
Article title

La testa mozza di Crasso (Plut., Crass. 32–33). A proposito di un libro recente sulla battaglia di Carre

Title variants
Conference
The Greek World in the 4th and 3rd Centuries BC
Languages of publication
IT
Abstracts
Federicomaria Muccioli
IT
A differenza di altre epoche storiche, quella antica è particolarmente selettiva dal punto di vista storiografico. La storia (o, meglio, le storie) dei Greci e l’imperium Romanum, con la sua cultura bilingue, operarono di norma un processo di selezione e talora manipolazione delle fonti, anche quando furono soccombenti in campo militare. Eccezioni marginali sono i casi in cui la storiografia e, in modo talora parallelo o addirittura antecedente, la retorica si esercitarono, anche con un certo successo, su episodi di storia controfattuale (o ucronìa): il dilagare dei Persiani in Grecia nel 480, se gli Ateniesi non si fossero opposti2, e l’ipotetica conquista di Alessandro in Occidente3 ne costituiscono gli episodi più noti. Oltre a ciò, niente di più che giochi letterario-storiografici vanno considerate opere il De excidio Troiae historia di Darete Frigio, presunta traduzione latina di Cornelio Nepote, dedicata a Sallustio, dell’originale di un sacerdote troiano; testo che rappresenterebbe gli avvenimenti troiani dalla parte dei vinti
Keywords
Year
Volume
19
Pages
167–178
Physical description
Dates
online
2013-01-22
Contributors
References
Document Type
Publication order reference
YADDA identifier
bwmeta1.element.desklight-242af847-5c0a-4537-841c-9fc0f9e7bf0b
JavaScript is turned off in your web browser. Turn it on to take full advantage of this site, then refresh the page.