PL EN


2018 | 2 (23) | 141-148
Article title

Politiche europee e nazionali di contrasto allo spreco alimentare nella produzione primaria: analisi e prospettive future

Content
Title variants
EN
The EU and the national policy to combat food waste in primary production: an analysis and future prospects
Languages of publication
IT
Abstracts
EN
Following the adoption by the United Nations General Assembly of the Resolution “Transforming our world: the 2030 Agenda for Sustainable Development,” the European Parliament adopted a resolution initiating resource efficiency aimed to reduce food waste and to improve food security (Resolution of 16 May 2017), updating the objectives on food waste, already singled out in the previous Resolution of 2012 (Resolution of 19 January 2012 on How to avoid food waste: strategies for improving the efficiency of the food chain in the EU), in response to Objective 12.3 of the Agenda 2030 document. In particular, in view of the United Nations estimates referring to the increase in the world’s hunger population, the Agenda 2030 document identifies the goal of reducing food wastage per person by 50% by the end of 2030 and aims at reducing food losses along production and supply chains, as well as losses during the primary production, the transport and the storage of goods. This paper looks at the actions which the European Union has undertaken in order to achieve the objective of reducing food waste, with particular regard to the reduction of food losses along primary production. The European legislative intervention intended to reduce food waste at the primary production level in particular, will necessarily have to deal with the specific problems of agricultural enterprises operating along the supply chain, such as the specific contractual weakness suffered by food producers against the agricultural products purchasers. The regulatory solutions implemented to facilitate the reduction of food losses at the primary production level cannot, in fact, be limited to the proposition of food donations; the reduction of waste during primary production is closely connected with a wider problem which is equitable remuneration of agricultural producers (Article 39 TFEU) if we consider the obvious impact which a loss of perfectly marketable agricultural products has on their earning resulting from the agricultural activity in which they are involved.
IT
In seguito all’adozione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite della Risoluzione “Trasformare il nostro mondo. L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”, il Parlamento europeo ha adottato la Risoluzione sull’iniziativa sull’efficienza sotto il profilo delle risorse: ridurre lo spreco alimentare, migliorare la sicurezza alimentare (Risoluzione del 16 maggio 2017), aggiornando gli obiettivi in materia di contrasto allo spreco di cibo, già indicati nella precedente Risoluzione del 2012 (Risoluzione del 19 gennaio 2012 su Come evitare lo spreco di alimenti: strategie per migliorare l’efficienza della catena alimentare nell’UE), in risposta all’obiettivo 12.3 del documento Agenda 2030. In particolare, a fronte delle stime delle Nazioni Unite che riferiscono dell’incremento della popolazione mondiale che patisce la fame, il documento Agenda 2030 individua l’obiettivo di ridurre del 50 % entro il 2030 gli sprechi alimentari globali pro capite a livello di vendita al dettaglio e di consumatori e di ridurre le perdite alimentari lungo le catene di produzione e di approvvigionamento, ivi comprese le perdite durante la fase della produzione primaria, del trasporto e dello stoccaggio. Si intende concentrare l’attenzione sulle azioni intraprese dall’Unione europea al fine del raggiungimento dell’obiettivo di riduzione degli sprechi alimentari, con particolare riguardo alla riduzione delle perdite di cibo lungo la fase della produzione primaria. L’intervento normativo europeo sulla riduzione degli sprechi alimentari con particolare riguardo alla fase della produzione primaria dovrà necessariamente confrontarsi con le problematiche specifiche delle imprese agricole operanti lungo la filiera, come la specifica debolezza contrattuale di queste ultime che caratterizza i rapporti negoziali con le imprese acquirenti dei prodotti agricoli. Le soluzioni normative legate alla diminuzione delle perdite alimentari lungo la fase primaria non potranno, infatti, essere limitate al ricorso alle donazioni alimentari; a ben guardare, la riduzione dello spreco lungo la fase della produzione primaria è strettamente connesso alla più ampia problematica dell’equa remunerazione del produttore agricolo (art. 39 TFUE) in considerazione dell’evidente riflesso che le perdite di prodotto agricolo.
Keywords
Year
Issue
Pages
141-148
Physical description
Contributors
  • Uniwersytet im. Aldo Moro w Bari, Włochy
References
  • Collot L., (2016), Fin des condamnations pour vol de produits périmés dans les poubelles des supermarchés, “Dalloz actualité”, https://www.dalloz-actualite.fr/flash/fin-des-condamnations-pour-vol-de-produits-perimes-dans-poubelles-des-supermarches#.W5Ybfs4zbIU .
  • Costato L.,(2003), (a cura di), Trattato breve di diritto agrario italiano e comunitario, Padova.
  • Costato L., (2010), La controriforma della PAC, “Rivista di Diritto Agrario”.
  • Costato L., (2015), Agricoltura, ambiente e alimentazione nell’evoluzione del diritto dell’Unione Europea, “Rivista di Diritto Agrario”.
  • Costato L., (2015), Diritto alimentare e diritto al cibo: dal I Piano Mansholt alla Riforma del 2013, “Rivista di Diritto Agrario”.
  • Costato L., (2017), Per una storia della PAC (a sessant’anni dall’inserimento dell’agricoltura nel progetto di Trattato CEE), “Rivista di Diritto Agrario”.
  • Denizot A., (2016), Les premiers pas hésitants de la lutte contre le gaspillage alimentaire, “RTD civ.”.
  • González Vaqué L., (2017), French and Italian Food Waste Legislation. An Example for Other EU Member States to Follow?, “European Food and Feed Law Review”, 2017, n. 3.
  • Iannarelli A., (1993), Le relazioni contrattuali tra agricoltura e industria nella recente esperienza giuridica italiana, in Diritto agrario e società industriale, t. II, Il sistema agroalimentare, Bari.
  • Iannarelli A., (2003), Il diritto dell’agricoltura nell’era della globalizzazione, Bari.
  • Maccioni G., (2018), Spreco alimentare. Regole e limiti nella transizione verso modelli agroalimentari sostenibili, Torino.
  • Trapè I., (2017), Lo spreco alimentare e la legge italiana n. 166 del 2016, “Rivista di Diritto Agrario”.
Document Type
Publication order reference
Identifiers
YADDA identifier
bwmeta1.element.desklight-a5923c56-9ce1-4f56-9903-693c2215fb41
JavaScript is turned off in your web browser. Turn it on to take full advantage of this site, then refresh the page.